HIA vs DEA

Oral arguments in the Hemp Industries Association v. DEA case wrapped up a few minutes ago. Attorney Bob Hoban argued on behalf of the Hemp Industries Association (HIA) and the other co-Plaintiffs. For those who have been following the case, today was a crucial stage of the litigation. (For those of you who have not been following the case, I’ve written about it qui e qui.) La Corte ha letto i riassunti della HIA, della DEA e, inaspettatamente, dai membri del Congresso di 28 a sostegno della VIS. Oggi è stata un'opportunità per le parti di discutere i loro punti direttamente con i giudici e per i giudici di porre domande mirate.

Arguing a case before a panel of Federal Circuit Court Judges is an unnerving and difficult thing to do. Bob Hoban did an excellent job and was quick on his feet. For example, during one exchange in which he brought up DEA raids on hemp-derived CBD products in Tennessee on Monday, one of the Judges asked if this was material that was outside the record (ie, not part of the official court documents). Bob replied that it was but that he brought it up “for color”. He got a good chuckle from the audience and the Judges, which allowed them to hear his point, namely, that the DEA is continuing to raid legitimate CBD businesses and that the Regola dell'estratto di marijuana (regola) is being used by local law enforcement to justify raids on lawful businesses.

The DEA attorney was composed but clearly nervous. (I don’t blame her.) She did not bring up anything new or unexpected. The DEA’s stance was that the Rule was properly enacted and that it, combined with the DEA’s Chiarificazione della regola, è sufficientemente chiaro per le forze dell'ordine. È interessante notare che ha affermato che se qualcuno in possesso di un prodotto di canapa lecita è stato accusato di un crimine che la persona potrebbe utilizzare il fatto che il prodotto era legale per difendersi in tribunale. Questo è freddo conforto per gli individui rispettosi della legge. Evita inoltre che la Regola (per non parlare delle dichiarazioni e delle azioni della DEA sulla scia di essa) abbia creato un'enorme confusione. Fortunatamente, il giudice Hawkins ha raccolto questa tattica. Ha detto che l'argomento della DEA "suona come l'antica maledizione:"Possa tu avere una causa con una difesa valida.' "

La DEA ha concluso le sue argomentazioni orali prima della fine del suo tempo assegnato e per lo più si è basata su punti procedurali per la sua posizione, come il fatto che la VIS non ha contestato tempestivamente la Regola. (Ciò è dovuto a una serie di motivi, tra cui il fatto che il periodo dei commenti è stato chiuso prima che fossero emanate anche le disposizioni sulla canapa industriale del 2014 Farm Act).

Alcuni membri della Corte sembravano essere confusi dalla complessità della questione e talvolta avevano difficoltà a formulare domande o usare una terminologia adeguata. Alla fine degli argomenti uno dei giudici disse che sarebbero tornati tutti indietro e avrebbero cercato di risolvere il problema il più rapidamente possibile. Questo è un po 'inquietante, anche se i riassunti della HIA e del Congresso sono ben scritti e illustrano chiaramente i problemi.

Discuterò di questo caso più mentre si sviluppa, ma volevo riferire sugli argomenti orali oggi. Riferirò anche sul raid di questa settimana in TN (e in altri stati) in un altro post.

Rod Kight is a lawyer based in Asheville, NC. He is licensed in North Carolina and Oregon and represents legal cannabis businesses. You can contact him by clicking qui.

https://cannabusiness.law/cbd-hemp-and-the-curse-of-a-valid-defense/

2018-02-16T11:46:24+00:00

Lascia un commento

GTranslate Your license is inactive or expired, please subscribe again!